Probiotici: cosa sono e a cosa servono  

Può succedere che la nostra flora intestinale perda il suo equilibrio e che i batteri cattivi prendano il sopravvento su quelli buoni. È il cosiddetto processo definito disbiosi, un momento nel quale è opportuno introdurre nell’organismo dei probiotici per ripristinare il suo buon funzionamento e ritrovare l’equilibrio.
Sono dei microrganismi vivi e vitali che possono essere assunti sotto forma di integratori o di alimenti che li contengano. Quando si altera la flora batterica e quindi occorre assumere i probiotici? I motivi possono essere diversi: alimentazione scorretta, sovrappeso, diabete, stress psico-fisici. Ma nella maggior parte dei casi c’è modo di correre ai ripari!

I probiotici: a cosa servono

Alleati dei batteri “buoni”, in grado di resistere all’azione del succo gastrico e della secrezione biliare. È così che vanno immaginati i probiotici. Questi, arrivati nell’intestino, aderiscono alle cellule epiteliali e contrastano così alcuni germi patogeni che hanno aderito ai loro tessuti. Sarebbero dunque capaci di riequilibrare la flora batterica intestinale anche nel caso in cui si debbano assumere antibiotici. Se ti stai chiedendo a cosa servono i probiotici, sappi, inoltre, che sembrano permettere una diminuzione dei livelli di colesterolo nel sangue e migliorerebbero la sintomatologia delle allergie alimentari. Secondo alcuni studi, possono risultare utili nei casi di diarrea, diverticolosi, sindrome del colon irritabile e infezioni delle vie urinarie.

Cosa sono i probiotici

Parliamo pur sempre di ceppi batterici, anche se hanno alcune caratteristiche che li contraddistinguono dagli altri. I probiotici, cioè, non sono, dei batteri che formano la flora intestinale, ma quando sono una fonte di nutrimento per rinforzare i primi, utili al corretto funzionamento intestinale, che a loro volta, in modo naturale, possono contrastare i batteri meno buoni. Per capire che cosa sono i probiotici, prova a immaginarli come degli operatori che arrivano e dirigono il “traffico” intestinale nel migliore dei modi.  Alimentano il ciclo vitale e naturale dei batteri buoni presenti in questo tratto dell’apparato digerente.

I probiotici di Naturalisse

Come poter scegliere i migliori probiotici? Tre sono le loro proprietà principali, che non devono mancare. Devono essere capaci di superare la barriera gastrica e bilica, arrivando, pertanto, vivi e attivi nell’intestino e sopravvivono all’azione degli antibiotici nel caso di loro assunzione. Inoltre sono termo-resistenti, ovvero possono essere portati in viaggio senza particolari necessità per la loro conservazione e possono essere somministrati anche in bevande tiepide o, nel caso di bimbi, nel biberon. Prova i probiotici di Naturalisse, come ULTRA PROBIOTIC. Il prodotto, da 20 capsule (34,90 €), contiene 7 miliardi di fermenti lattici vivi. È stato realizzato per aiutarti a ristabilire l’equilibrio della tua flora intestinale. Si consiglia l’assunzione di una capsula al giorno con un bicchiere di acqua. Acquistalo ora.

Menu